sabato , 30 Maggio 2020

“Omaggio ai Calò” – Concerto di Passione

Locandina concertoTerminano martedì 24 marzo alle 20,30 gli appuntamenti con Casa Confraternita presso la Chiesa del Carmine. Questa volta non una tavola rotonda ma un meraviglioso concerto che avrà un titolo quanto mai significativo: “Omaggio ai Calò”. L’Orchestra del “Giovanni Paesiello Festival” diretta dal maestro Vincenzo Milletarì eseguirà nove brani alternati tra marce funebri del repertorio tarantino e brani di musica sacra per orchestra e voce. La voce straordinaria sarà quella della famosa cantante italiana Antonella Ruggiero, già leader dei Matia Bazar ed attualmente solista tra le più affermate del panorama musicale nazionale che eseguirà i brani unitamente al tenore Manuel Amati.

Antonella Ruggiero non necessita di presentazioni, artista dal repertorio eterogeneo per cultura e provenienza, si distingue per un’elevatissima estensione vocale, che le permette di passare dal registro pop a quello di soprano leggero, passando per la musica sacra, jazz, musica popolaretangomusica corale e bandisticamusica classica e contemporanea e per progetti dedicati espressamente alle caratteristiche della sua voce cristallina. È stata tra i membri fondatori nel 1975 del gruppo dei Matia Bazar, a cui dato il nome e con cui ha raggiunto la fama in Italia e nel mondo. Nel 1989 lascia i Matia Bazar e inizia la propria carriera da solista nel 1996. Ha trionfato due volte al festival di Sanremo nel 1978 con i Matia Bazar e nel 2005 come solista. Sono decine e decine gli album pubblicati dall’artista sia con i Matia Bazar che da solista e tanti i tour in giro per l’Italia e non solo, per una voce che da decenni emoziona gli italiani, una voce calda a volte con un timbro jazz e che è capace di interpretare tutto, appunto, dalla musica leggera alla musica classica, come ha saputo dimostrare cimentandosi nell’interpretazione di opere liriche dal 2002 al 2007 e anche, come farà martedì, quella a sfondo religioso con la quale la Ruggiero, ospite di caratura superiore, saprà emozionare i presenti al concerto nella chiesa del Carmine.

Il tenore Manuel Amati, giovanissimo, appena 19enne, nasce a Martina Franca, studia canto dall’età di 13 anni e frequenta il Liceo Musicale Archita di Taranto. Dopo numerosi concorsi a livello locale (Locorotondo, Polignano a Mare, Taranto e Francavilla Fontana) e dopo essersi perfezionato in un repertorio prettamente lirico, nel 2006 consegue il diploma di primo premio nella categoria “canto corale, licei musicali”, al concorso tenuto presso il Teatro San Carlo di Napoli in onore di Gioacchino Rossini, con l’aria “Dal tuo stellato soglio” in veste di solista.

L’Orchestra da Camera del “Giovanni Paisiello Festival” è nata nel 2004 in seno all’omonimo festival dedicato all’illustre compositore tarantino e promosso dall’Associazione onlus Amici della Musica “Arcangelo Speranza”. Ha al suo attivo tre produzioni liriche quali “Il barbiere di Siviglia” (2005) di Paisiello del quale è stato prodotto un DVD dalla casa discografica Bongiovanni. Sempre di Paisiello e sempre per la Bongiovanni sono stati pubblicati i cd de “Gli astrologi immaginari”(2004), “Le finte contesse” (2011) e in pubblicazione “La Semiramide in Villa” (2014) registrati dal vivo nel corso delle edizioni del festival di quegli anni. L’Hanno diretta in passato i maestri Lorenzo Fico e Giovanni Di Stefano.

Il maestro Vincenzo Milletarí nasce a Taranto nel 1990. Inizia gli studi musicali all’età di 14 anni frequentando il conservatorio G. Paisiello di Taranto per poi completare i suoi studi di direzione d´orchestra tra l´Italia e la Germania sotto la guida di Umberto Benedetti Michelangeli. Contemporaneamente, continua lo studio del Pianoforte, clarinetto, cembalo e composizione presso il Conservatorio di Brescia dove nel Luglio del 2013 si diploma con il massimo dei voti in Direzione d’Orchestra. Attualmente allievo del corso di alto perfezionamento dell´Accademia Reale di Musica in Danimarca sotto la guida di Giordano Bellincampi e Michael Schønwandt, dirige nella principali stagioni sinfoniche danesi (Filarmonica di Copenhagen, Orchestra Sinfonica di Aarhus e di Odense). E´dal 2014 direttore assistente del Balletto Reale Danese e Svedese. Debutta come direttore a Taranto con l´Orchestra del Festival Giovanni Paisiello.

Il programma del concerto si articolerà col seguente programma, “Giovedì Santo” di A.Bonelli, “Panis Angelicum” di C. Frank, “Kyrie” di Missa Lubba, “Jone” di E. Petrella, “A mia madre” di F.Buzzacchino, “Aria sulla IV corda” di J.S.Bach, “Lo frate sole” di A.Rossi, “Mamma” di L.Rizzola e “La desolata” di P.S.Marinosci.

La serata verrà presentata da Don Emanuele Ferro, sacerdote, Parroco della Chiesa N.S. di Fatima di Talsano, giornalista e direttore del periodico Nuovo Dialogo e Docente di Comunicazioni Sociali.

Una serata, dunque, imperdibile che accompagnerà i confratelli e non solo verso l’oramai imminente e importantissima Settimana Santa.

Concerto di Passione

 

“Omaggio ai Calò”

           Presenta don Emanuele Ferro

Martedì 24 marzo ore 20.30 Chiesa del Carmine

 

Orchestra Giovanni Paisiello Festival

 

diretta dal M° Vincenzo Milletarì

 

voci soliste Antonella Ruggiero e Manuel Amati

  1. Giovedì Santo                                                            A. Bonelli
  2. Panis angelicum                                                        C. Frank
  3. kyrie                                                                          Missa Luba
  4. Jone                                                                           E. Petrella
  5. A mia madre                                                             F. Buzzacchino
  6. Aria sulla IV corda                                                   J. S. Bach
  7. Lo frate sole                                                              A. Rossi
  8. Mamma                                                                     Luigi Rizzola
  9. Desolata                                                                    P. Serafino Marinosci